La nostra Storia

La nostra Storia

Da quattro generazioni il Bellevue affonda le sue radici nella storia di Cogne, della Valle d’Aosta e della Alpi Occidentali.

 

Il Bellevue di Cogne è stato fondato nel 1925, tre anni dopo l’istituzione del Parco Nazionale del Gran Paradiso, antica riserva di caccia della famiglia reale. Nel 1926 fu emanata la legge per la protezione delle bellezze naturali italiane, che impedì ulteriori costruzioni sui prati di Sant’Orso. Per questo il Bellevue si trova in una posizione privilegiata: cinto dalla prateria di Sant’Orso, ha una vista spettacolare sul ghiacciaio del Gran Paradiso. Nonostante le molteplici ristrutturazioni e innovazioni apportate nel corso degli anni, questa antica dimora di montagna continua a trasmettere emozioni d’altri tempi.

Fin dalla sua costruzione, il Bellevue divenne luogo di villeggiatura alla moda di famiglie genovesi, milanesi e torinesi, nonché dei reali d’Italia e del Belgio. Leone Cesariano Cunéaz, figlio dei proprietari, dopo aver perfezionato l’arte dell’ospitalità al Negresco di Nizza, sposò Maria Romilda Albert, la ‘Signora’ del Bellevue. Qui tutto parla ancora di Lei, del suo sorriso, della sua disponibilità signorile e mai servile, della sua presenza ovunque e della sua magia capace di rendere ogni problema un’opportunità da affrontare serenamente. La Signora Romilda è un modello che continua ad ispirarci… Lei riuscì a salvare questa antica casa dai saccheggi e dagli incendi così frequenti nel momento della liberazione, quando in casa soggiornava Arturo Benedetti Michelangeli che si esercitava sul vecchio pianoforte che è ora in sala da pranzo. A Romilda subentrarono poi i figli Umbertino e Pia. Pia sposò Carlo, che, con sua sorella Paola e suo cognato Piero diedero nuovo vigore al Bellevue. Laura, figlia di Paola e Piero, gestisce ora l’Hotel con tutta la famiglia e con suo marito Mimmo, con il quale ha avuto Pietro e Leonardo.